Il nostro viaggio
(vedi anche AnM n░ 1-2000  p. 190 ed  AnM on line e qui)

Dall'Italia a Delhi ed in coincidenza volo su Leh, tempo atmosferico permettendo. Siamo a 3500 metri, affrontiamo con calma l'aria rarefatta e la quota per acclimatarci. Bighelloniamo per la cittadina visitando alcuni monasteri nella valle di Leh.
In autobus partiamo seguendo la strada per Srinagar fermandoci a
Lamayuru e Mulbeck (descrizione del percorso in senso inverso).
Lasciamo il corso dell'Indo per risalire lungo il fiume Suru e, lasciata alle spalle Kargil e la parte musulmana del distretto, raggiungiamo
Ringdom Gompa, monastero  disposto su una collina in una piana prima del valico del Pensi-la. Forse il Nun e il Kun faranno capolino sopra di noi, poi dal valico  sotto di noi i ghiacciai del Drang Drung con la catena degli Z. Siamo ormai nel cuore del Ladakh: lo Zanskar e la sua valle.
(guida in linea del Ladakh: da Kargil a Padum)
La camionale scende lungo il fiume Doda che attraversiamo al ponte di Ating e raggiungiamo
Sani dove partecipiamo ai due giorni di cerimonie del Naro Nasjial, festa in onore di Naropa. La luna piena inonda di luce la valle ed i ghiaccia sommitali diventano gioielli in omaggio al Guru che qui a Sani pass˛ nel Nirvana.
(guida in linea al Ladakh: la valle di Padum)
Ci aspetta ora
Padum da cui partiremo, appena radunati alcuni cavalli per someggiare i nostri bagagli. Attraversiamo lo Tsarap e saliamo al Gompa di sTongde. Di qui procediamo fra i villaggi della sponda destra del fiume Zanskar fino a Zangla, capitale del minuscolo regno dello Zanskar orientale. Attraversiamo il fiume su un ponte tibetano, il pi¨ lungo dello Zanskar. E puntiamo sul monastero di Karcha. Una visita alla Lamdron Model School di Pibiting e da Padum riprendiamo la strada per Leh fermandoci ad ammirare le gigantesche statue di Alchi.
(guida in linea del Ladakh: Alchi)

  • Chi non ha pi¨ giorni tornerÓ in Italia visitando Delhi e se possibile Agra.
  • Per chi rimane, una settimana di soggiorno a Leh o di camminate nella catena degli Stokh, balcone sulla valle.

Tel.: 030-49 59 2   Rep.: 0347 700 10 81
Fax: 02 700 422 438
e-mail: marcovasta@yahoo.com