il sito di marco vasta

lento pede ambulabis

Prossimi viaggi ] Il passato on line ] Tutti i viaggi ]

Kazakistan Breve

25 aprile - 4 maggio 2018

con Avventure nel Mondo e Marco Vasta - nel più grande degli STAN

vedi anche Guida Mangystau 2022

Il viaggio ] Info ai partecipanti ] Prima di iscriverti ] Kazaki ] In libreria ] Natura e territorio ] Cucina centrasiatica ] In Asia Centrale ] Redazionale AnM ]

Il variegato quadro etnico dell’Asia centrale è stato plasmato da secoli di migrazioni e invasioni e dalla posizione geografica della regione, un crocevia situato nel cuore dell’Oriente. Viaggiando da Ashgabat ad Almaty balza agli occhi la grande diversità di tratti somatici: turchi, slavi, cinesi, mediorientali e perfino mediterranei, tutti invariabilmente incorniciati da copricapo altrettanto variegati.

Prima della rivoluzione russa del 1917, i popoli centroasiatici si definivano ‘etnicamente’ come nomadi o come sart (sedentari), come turchi o come persiani, semplicemente come musulmani o ancora in base all’appartenenza a una determinata tribù. Successivamente, per ordine di Stalin, gli studiosi sovietici ‘identificarono’ delle nazionalità distinte. I problemi che questo ha creato sono evidenti, eppure alcuni kazaki e kirghisi sostengono che la loro sopravvivenza come nazione si deve proprio al processo sovietico di costruzione a tavolino delle diverse nazioni.

Grazie alle sue notevoli riserve petrolifere e minerarie, il nono paese al mondo per estensione è, dal punto di vista economico, il più avanzato degli ‘stan’. Questo si traduce in una migliore qualità delle strutture ricettive, dei ristoranti e dei trasporti rispetto al resto dell’Asia centrale. La città più grande, Almaty, ha un’atmosfera quasi europea, con viali alberati, eleganti caffè, centri commerciali scintillanti e un’effervescente vita notturna. Astana, nelle ventose steppe del nord, si è ormai trasformata in una capitale del XXI secolo con straordinarie architetture avveniristiche. Ma è al di fuori delle città che i viaggiatori possono vivere le avventure più indimenticabili: percorrere i sentieri che attraversano le montagne e le verdi valli del Tian Shan, osservare la fauna selvatica nella steppa costellata di laghi, soggiornare nei villaggi approfittando dell’accoglienza calorosa delle famiglie del posto o esplorare i deserti dell’ovest disseminati di misteriose moschee sotterranee.

Il viaggio ] Info ai partecipanti ] Prima di iscriverti ] Kazaki ] In libreria ] Natura e territorio ] Cucina centrasiatica ] In Asia Centrale ] Redazionale AnM ]

Visitatori in linea: 286 su tutte le pagine di www.marcovasta.net

3890  persone hanno letto questa pagina