Mongolia Eagle Festival

Per secoli la regione degli Altai, aspra, inospitale e remota è rimasta isolata, geograficamente e culturalmente, dal cuore della Mongolia. Con i suoi monti ricoperti di ghiacciai, i laghi salati scintillanti e l’indomabile cultura dei nomadi, tra falconeria e furti di bestiame, la Mongolia occidentale è, per molti versi, una parte dell’Asia centrale dove il tempo sembra essersi fermato. Incuneata fra Russia, Kazakistan, Cina e Mongolia centrale, la regione ospita da lungo tempo un variegato mosaico di popoli: kazaki, dôrvôd, khoton, myangad e mongoli khalkha. Attività altrove scomparse, come il canto di gola khöömii e la caccia con l’aquila, qui si praticano ancora nel solco di una tradizione millenaria.

La Festa dell’aquila a Ölgii inaugura la stagione della caccia con questo volatile.

Prossimi viaggi ] Il passato on line ] Tutti i viaggi ]

Redazionale AnM ] Clima e Abbigliamento ] Questo viaggio non è.. ] Chi c'è stato scrive... ] Mappe ] Prima di iscriverti ] La festa (bozza di programma) ] Info PDF ] QdV ] la gher (yurta) ] Kazaki ] Ululì Ululak ] Trasporti ] Località ] In Asia centrale ] Leggere la Mongolia ]

Visitatori in linea: 417

2061  persone hanno letto questa pagina