un libro per sognare

Numero di utenti collegati: 1281

MV's Bookstore   
Un libro nello zaino

29/09/2023 08:38:01

La libreria di Marco  @  Un libro per sognare  @  Uno zaino pieno di libri   @
Indietro - torna all'elenco

Lord of Light
Zelazny Roger

Editeur - Casa editrice

EOS

Fantasy



Anno - Date de Parution

1967

Titolo originale

Lord of Light

Lingua - language - langue

eng

Ristampa - RÚÚdition - Reprint

2004


Lord of Light  

Earth is long since dead. On a colony planet, a band of men has gained control of technology, made themselves immortal, and now rules their world as the gods of the Hindu pantheon. Only one dares oppose them: he who was once Siddhartha and is now Mahasamatman. Binder of Demons. Lord of Light.

In the 1960s, Roger Zelazny dazzled the SF world with what seemed to be inexhaustible talent and inventiveness. Lord of Light, his third novel, is his finest book: a science fantasy in which the intricate, colorful mechanisms of Hindu religion, capricious gods, and repeated reincarnations are wittily underpinned by technology. "For six days he had offered many kilowatts of prayer, but the static kept him from being heard On High." The gods are a starship crew who subdued a colony world; developed godlike--though often machine-enhanced--powers during successive lifetimes of mind transfer to new, cloned bodies; and now lord it over descendants of the ship's mere passengers. Their tyranny is opposed by retired god Sam, who mocks the Celestial City, introduces Buddhism to subvert Hindu dogma, allies himself with the planet's native "demons" against Heaven, fights pyrotechnic battles with bizarre troops and weapons, plays dirty with politics and poison, and dies horribly but won't stay dead. It's a huge, lumbering, magical story, told largely in flashback, full of wonderfully ornate language (and one unforgivable pun) that builds up the luminous myth of trickster Sam, Lord of Light. Essential SF reading.

 



Recensione in lingua italiana

Signore della luce (Lord of Light, '67)
"Fantacollana" n. 8, ed. Nord, '75, traduzione di Riccardo Valla, (c) '67 by Roger Zelazny, 278 pagine, edizione originale: (Doubleday, '67);


Biografia

Nato il 13 maggio '37 a Euclid, nello stato dell'Ohio (U.S.A.). Ha conseguito una laurea in lettere presso l'UniversitÓ Western Reverse nel '59. Ha poi frequentato la Columbia University dove ha conseguito la laurea in letteratura inglese comparata, nel '62.
Dal '62 al '69 ha lavorato per il governo nella Social Security Administration, come produttore, nell'Ohio.
Negli anni seguenti ha lavorato a Baltimora nell'ufficio centrale dell'Amministrazione.
Passione giovanile per la Sf, e primi tentativi di farsi pubblicare dei racconti, con conseguenti delusioni, numerose.
Nel '62 riesce alfine a farsi pubblicare il suo primo racconto, "Passion Play", su Amazing stories, nel numero di agosto.
All'inizio scrive soprattutto racconti, tutti o quasi ad altissimo livelo, poi, verso la metÓ degli anni sessanta, incomincia a scrivere anche romanzi, in cui riesce a trasporre tutta la sua carica immaginativa e poetica, ora con la possibilitÓ di ampliarla ed estenderla fino alle sue conseguenze pi¨ ambiziose; nell'ultimo periodo la sua produzione Ŕ diventata forse leggermente sovrabbondante, e tendente unicamente al fantasy.
Viveva a Santa FŔ,nel New Mexico, con la moglie Judy e il figlio Devin. ╚ morto il 14 giugno '95 a Santa FŔ.