Numero di utenti collegati: 464

libri, guide,
letteratura di viaggio

28/10/2020 18:20:18

benvenuto nella libreria on-line di

.:: e-Commerce by Marco Vasta, solidarietà con l'Himàlaya :::.

Shanghai. 30 maggio 1925.

La rivoluzione cinese

Osterhammel Jürgen


Editeur - Casa editrice

Il Mulino

Asia
Estremo Oriente
Cina

Città - Town - Ville

Bologna

Anno - Date de Parution

1999

Pagine - Pages

256

Titolo originale

Shanghai, 30. Mai 1925. Die chinesische Revolution

Lingua - language - langue

italiano

Edizione - Collana

Biblioteca storica


Shanghai. 30 maggio 1925. Shanghai. 30 maggio 1925.  

Il 30 maggio 1925 i soldati inglesi schierati a difesa della colonia internazionale di Shanghai sparano su una manifestazione di studenti, lasciando sul terreno quattro morti e diversi feriti. Un incidente di dimensioni modeste, soprattutto per un paese come la Cina, dove nel Novecento i morti per le lotte politiche si contno a milioni. Eppure l’episodio era destinato a segnare uno spartiacque simbolico nella millenaria storia cinese. Come profetizzò un funzionario inglese, quella data avrebbe rappresentato una delle grandi giornate della storia dell’Estremo Oriente, come quella della presa della Bastiglia in Europa. Da lì si innescò la "grande rivoluzione" (1925-27), i turbolento periodo di proteste da parte dele masse urbane guidate da studenti formati all’ideologia comunista. Il volume ripercorre le fasi della lunga rivoluzione che porterà nel 1949 alla fondazione della Repubblica popolare. Vengono illustrate le dinamiche socioeconomiche che determinarono la fine della società tradizionale cinese (il declino del ceto agrario, la modernizzazione legata allo sviluppo urbano) e viene tracciato lo sviluppo dela mobilitazione comunista che, dalle prime inserruzioni d massa e attraverso la "lunga marcia", portò Mao al potere. Una straordinaria emancipazione che ha consentito alla Cina di collocarsi tra i protagonisti della storia del XX secolo.

 



Biografia

Jürgen Osterhammel, studioso di storia dell’Estremo Oriente, ha pubblicato tra l’altro "Britischer Imperialismus in Fernen Osten" (1985) e "Kolonialismus" (1995). In traduzione italiana è disponibile la sua "Storia della Cina moderna" (Einaudi, 1992).