Numero di utenti collegati: 988

libri, guide,
letteratura di viaggio

09/08/2020 19:29:18

benvenuto nella libreria on-line di

.:: e-Commerce by Marco Vasta, solidarietÓ con l'HimÓlaya :::.

Parole di donne irachene

Il dramma di un Paese scritto al femminile

Kachachi Inaam


Editeur - Casa editrice

Baldini Castoldi Dalai

Asia
Medio Oriente
Iraq

CittÓ - Town - Ville

Milano

Anno - Date de Parution

2003

Pagine - Pages

174

Lingua - language - langue

italiano

Edizione - Collana

I saggi)

Traduttore

Mohammed Al Saadi, Alessandra Costa, Bettina Lupoli


Parole di donne irachene Parole di donne irachene  

╚ impossibile immaginare lo svolgersi dell'esistenza e della storia di un popolo senza averne delle testimonianze. Ma la realtÓ descritta in questo libro non Ŕ quella che i reportage dei giornali occidentali o i bollettini d'informazione di Saddam ci hanno presentato. Le donne che qui ci parlano hanno dovuto combattere contro la censura della dittatura e contro gli ostacoli, in un Paese in cui fotocopiare un libro Ŕ un lusso e possederlo Ŕ impossibile. Alcune di loro hanno conosciuto la tortura, altre l'esilio, altre ancora sono morte. Queste donne di Bassora e Baghdad, grazie a Inaam Kachachi, ci raccontano del loro universo intimo, della vita di ogni giorno di questa metÓ dell'umanitÓ, votata da troppi anni a mandare avanti la famiglia.

 



Recensione in lingua italiana

Indice
Premessa 9
Prefazione 11
Introduzione 15

Parole di donne irachene

Quando i giorni diventano crepuscolo 65
di Hayat Sharara

Desideri... 73
di Rim Qa´s Kobba

Il ritorno del prigioniero 75
di Buthaina Al-Nassiri

Lee Anderson 87
di Lamea Abbas Amara

Voci da paradisi temporanei 89
di Lotfiya Al- Dilaimi

Le gallerie della memoria 95
di Haifaa Zangana

Stoffe 117
di Gulala Nouri

La ragazzina 121
di Alia Mamdouh

Memorie di un'onda fuori dal mare 129
di Dunya Mikhall

Vietato entrare - Vietato uscire 139
di Salam Khayyat

Gli amanti 145
di May Mudhaffar

Un uomo dietro la porta 153
di Maysaloun Hadi

Cronache di Baghdad 161
di Noha AL-Rahdi

Postfazione 173

Premessa

Dice la leggenda che Sherazade,
Nella Baghdad delle Mille e Una Notte,
Abbia ingannato la morte con un racconto
La sera, incominciava una storia
E smetteva all'aurora, fino a quando le
era permesso parlare.

Le sue nipoti, oggi, usano
Praticamente la stessa astuzia:
Ingannano il destino con racconti
Che dicono la veritÓ pi¨ di tutti
i bollettini del mondo.

Ho voluto trasmettervi i loro racconti inganna-destino. Meritano di essere letti, come se fossero gli inni che da sempre i dannati della Terra cantano per la libertÓ.

Inaam Kachachi

Parigi: gennaio 2003