Numero di utenti collegati: 981

libri, guide,
letteratura di viaggio

09/08/2020 19:25:31

benvenuto nella libreria on-line di

.:: e-Commerce by Marco Vasta, solidarietà con l'Himàlaya :::.

Ricordi d'arte e prigionia di Topazia Alliata

Maraini Toni


Editeur - Casa editrice

Sellerio Editore Palermo

Asia
Estremo Oriente
Giappone

Città - Town - Ville

Palermo

Pagine - Pages

204

Titolo originale

Ricordi d'arte e prigionia di Topazia Alliata

Lingua - language - langue

Italiano

Edizione - Collana

La memoria


Ricordi d'arte e prigionia di Topazia Alliata Ricordi d'arte e prigionia di Topazia Alliata  

Una famiglia italiana in un campo di concentramento giapponese nel diario della madre, Donna Topazia Alliata, che fu allieva di Pippo Rizzo, amica di Guttuso e Franchina ed esponente della scuola pittorica siciliana degli anni '30. L'8 settembre del 1943, Topazia Alliata si trovava a Kyoto insieme al marito Fosco Maraini - orientalista, antropologo e fotografo - e alle tre figlie ancora bambine - Dacia, Toni, future scrittrici, e Yuki. Erano arrivati in Giappone nel 1938 quando Fosco Maraini aveva vinto una borsa di studio e ricerca. Quel viaggio offrì loro, che erano antifascisti, l'occasione di allontanarsi dall'atmosfera politica italiana che sentivano oppressiva. Poi, era scoppiata la guerra. Dopo l'8 settembre, essendosi rifiutati di aderire alla Repubblica di Salò, Topazia Alliata e Fosco Maraini furono internati a Tempaku (Nagoya, Giappone) con le tre figlie. Le iniziali illusioni, gli stenti, la fame, il denudarsi delle nature umane, gli alti e i bassi dei rapporti nel gruppo degli internati, i tenaci eroismi e le fulgide generosità, che costituiscono il cuore del diario, restarono poi il nucleo forte di una vita intensa di donna, lungo il secolo del Novecento e le sue diverse fasi storiche. E nel ricordo e nella conversazione che questo libro aggiunge al diario, emerge il ritratto di un'artista, di una donna protagonista, e di una personalità coraggiosa e non conformista. Da conoscere, e riconoscere come esperienza collettiva.

 



Recensione in lingua italiana

Toni Maraini, scrittrice, poeta, storica dell'arte e studiosa del Maghreb. Ha pubblicato in francese: Message d'une migration (poesia, 1976), Le Récit de l'Occultation (poesia,1984), Phantasmata Diwan (1987), La peinture de Ahmed Cherkawi (con A. Khatibi, A. El Maleh, 1976), Au rendez-vous de l'Histoire (1987), Ecrits sur l'Art (1990), Une Collection, une Mémoire (1998). In Italiano ha pubblicato: Anno 1424 (romanzo, 1976, n.e. La Murata, 1990), Spregiudicanda, pensieri e aforismi di Enrico Alliata (1992), Ultimo tè a Marrakesh (racconti, 1994), Imago (1994), Sguardi d'Africa (con P. Laureano, A. Triulzi, A. Manacorda, 1994), Ultimo tè a Marrakesh e Nuovi Racconti (2000), Poema d'Oriente (poesia, 2000, Premio Donna-Città di Roma e Premio Sabaudia), Le Porte del Vento (poesia, 2003), Diario di Viaggio in America (2003), Fuga dall'Impero, ovvero il Parodosso di Parmenide (romanzo, 2004). Con questa casa editrice ha pubblicato Ricordi d'arte e prigionia di Topazia Alliata (2003).