Numero di utenti collegati: 140

libri, guide,
letteratura di viaggio

25/06/2024 10:22:49

benvenuto nella libreria on-line di

.:: e-Commerce by Marco Vasta, solidarietà con l'Himàlaya :::.

La gabbia vuota

L'oscura notte dei bambini-soldato in Mozambico

Khosa Ungulani Ba Ka


Editeur - Casa editrice

Edizioni Lavoro

Africa
Africa del Sud
Mozambico


Anno - Date de Parution

2007

Pagine - Pages

171

Lingua - language - langue

italiano

Edizione - Collana

L'altra riva

Traduttore

Barca V.


La gabbia vuota La gabbia vuota  

La vita quotidiana di quattro ragazzi, poco più che bambini, in un campo mobile allestito nel cuore della foresta. Siamo in Mozambico, all'inizio di quella devastante guerra "civile" (1975-1990) che oppose tra loro i mozambicani subito dopo l'indipendenza dal Portogallo, raggiunta a sua volta dopo un lungo conflitto. Uno scontro fratricida il cui senso sfugge agli stessi protagonisti. Tanto più in quanto bambini, reclutati a forza, e costretti, attraverso riti di iniziazione brutali, a trasformarsi in predatori e assassini. In questo "Impero del Caos", l'unico ricordo di un'infanzia mutilata è una gabbia di fil di ferro, inseparabile compagna di uno dei ragazzi, che gli uccellini si rifiutano di abitare, ma che si popola man mano di immagini, di personaggi, di memorie, fino a ricreare il legame con un passato dichiarato inesistente dalla violenza delle armi. Con i toni dell'epica africana, rispettosa della Parola, Khosa alza coraggiosamente il velo su una pagina nera della recente storia mozambicana, rifuggendo da soluzioni semplicistiche e da retoriche di parte e cercando, tra le macerie di un paese, quel che resta della sua umanità.

 



Biografia

Ungulani Ba Ka Khosa è nato a Inhaminga (Mozambico) nel 1957. È autore di racconti e romanzi, tra cui Ualalapi (San Marino 2004), sulla disfatta dell’impero africano di Ngungunhane, travolto dall’esercito portoghese alla fine dell’Ottocento. Con La gabbia vuota, in originale Os Sobreviventes da Noite (2005), ha vinto il prestigioso premio «José Craveirinha», assegnato annualmente al miglior romanzo mozambicano.