Numero di utenti collegati: 49

libri, guide,
letteratura di viaggio

30/05/2024 08:08:00

benvenuto nella libreria on-line di

.:: e-Commerce by Marco Vasta, solidarietà con l'Himàlaya :::.

Guguletu Blues

Racconti di donne della township. Testo xhosa a fronte

Magona Sindiwe


Editeur - Casa editrice

Gorée

Africa
Africa del Sud
Sud Africa


Anno - Date de Parution

2007

Pagine - Pages

176

Lingua - language - langue

italiano

Edizione - Collana

Voci della terra

Traduttore

Maria Paola Guarducci e Maria Scaglione

Prefazione

Sindiwe Magona

Curatore

Sindiwe Magona


Guguletu Blues Guguletu Blues  

"Questo e il frutto del mio lavoro per come concepisco il mio ruolo di scrittrice. Una "chiamata alle armi" indirizzata ai miei compagni africani. Nessun paese ha mai trionfato voltando le spalle alla sua lingua e nessuna civiltà, per ottenere qualche tipo di successo o di eccellenza al suo interno, chiede di diventare meno di ciò che in realtà si è. Si è verificato un fenomeno molto triste negli Stati Uniti di recente. I discendenti degli schiavi, gente che era stata portata via con la forza dall'Africa e resa schiava nelle piantagioni di zucchero di quel paese, cercarono di creare una loro lingua - l'ebonico. Tra le tante cose che vennero strappate, rubate a queste persone, c'era la loro lingua madre. Quelli che venivano dalla stessa regione, o che si sospettava appartenessero allo stesso o a un simile gruppo linguistico, furono deliberatamente separati. Unico obiettivo di tanta fatica, uccidere la lingua che parlavano (è impossibile far sopravvivere una lingua nell'isolamento). Naturalmente, ci riuscirono. Oggi, gli africano-americani non hanno una lingua madre; nessun'altra lingua eccetto quella di coloro che li resero schiavi. Gli africani con il nome di un clan in Sud Africa sono eccezionalmente fortunati. Sebbene siamo appena emersi dall'oppressivo sistema delI'apartheid, le nostre lingue sono ancora intatte." (Dalla prefazione di Sindiwe Magona).