Numero di utenti collegati: 1253

libri, guide,
letteratura di viaggio

14/06/2024 15:22:17

benvenuto nella libreria on-line di

.:: e-Commerce by Marco Vasta, solidarietà con l'Himàlaya :::.

Gli Uomini Renna

Tsaatan: i Signori della Taiga

Bellatalla Davide


Editeur - Casa editrice

Topffer

Asia
Asia Centrale
Mongolia


Anno - Date de Parution

2019

Pagine - Pages

104

Titolo originale

Gli Uomini Renna - Tsaatan: i Signori della Taiga

Lingua originale

Lingua - language - langue

italiano

Edizione - Collana

Prototypia

Contributo di

Fotografie di David Bellatalla e Sandra Zagolin

Amazon.it (Italia) - ordina e ricevi questa pubblicazione
Gli Uomini Renna - Tsaatan: i Signori della Taiga

Gli Uomini Renna Gli Uomini Renna  

Pochi per aver scongiurato l’incubo dell’estinzione. Gli uomini renna vivono nelle foreste tra la Mongolia settentrionale e la Repubblica di Tuva, in Siberia, in un territorio di centomila chilometri quadrati. Si spostano in continuazione tra i Monti Sayan, vivendo come secoli fa in uno strettissimo rapporto con questa natura selvaggia. La sopravvivenza è ancora possibile in questo difficile territorio solo grazie a un migliaio di renne.
Dal testo di David Bellatalla: "Gli Tsaatan sono nomadi ma, come voglio ricordare a Sandra, i nomadi non vanno in giro a cercare pascoli freschi per i loro armenti, come troppo spesso molti di noi sono portati a pensare. Al contrario seguono itinerari ciclici annuali dove ogni singolo campo rappresenta il luogo di incontro con gli spiriti dei propri antenati, con il sovrannaturale; il ciclo della vita si ripete, respira, commuove. Il modello sedentario ha sempre dipinto a tinte fosche i popoli nomadi, discreditando la loro cultura, i loro costumi e la loro civiltà, facendo di loro l’impersonificazione del diverso, della minaccia, dell’ostile. Quando abbiamo raggiunto il campo nomade, nove tende in tutto, le loro urtz (in tutto e per tutto simili ai tepee, le tende coniche in pelle degli indiani del Nordamerica) ci siamo sitemati in una nuova urtz preparata appositamente per noi. La prima sensazione è stata quella di essere stato catapultato su un altro pianeta".

 



Biografia

David Bellatalla, nato a La Spezia, ricercatore universitario e studioso di nomadismo e di sciamanesimo, da oltre venticinque anni svolge ricerche sul campo in ambito antropologico; ha insegnato Antropologia Culturale presso la UWA University of Western Australia e la MUIS Mongolian National University di Ulan Bator. Dal 2003 è membro dell’Accademia delle Scienze della Mongolia, e dal 2016 dell’Istituto di Studi Orientali di Genova.
Nel 2013 gli è stata conferita la Medaglia d’Oro dalla Croce Rossa della Mongolia per le sue opere umanitarie; nel 2016 il Paul Harris Award dal Rotary International per le ricerche e le azioni umanitarie; ha ricevuto inoltre riconoscimenti e premi internazionali per le sue attività accademiche, per opere umanitarie e letterarie, tra cui il Premio Montale alla Letteratura nel 2018 per il volume “Eugenio Ghersi: Sull’Altipiano dell’ Io Sottile, diario inedito della Spedizione scientifica italiana nel Tibet occidentale del 1933” per i tipi Montura Editing.
Ha viaggiato, studiato e raccontato di popoli e minoranze etniche di tutto il mondo, realizzando documentari, mostre fotografiche, pubblicazioni scientifiche e articoli fotografici per riviste di settore.
Tra le sue pubblicazioni:
Sciamanesimo e Sacro;
Mongolia: nella Terra degli Inseguitori di Nuvole;
Trekking nella Cordigliera delle Ande;
Eugenio Ghersi; un Marinaio Ligure sul Tetto del Mondo;
Tsaatan: gli Uomini Renna della Mongolia;
Beyond the Undiscovered Soul; In Viaggio con le Nuvole.