Numero di utenti collegati: 2532

libri, guide,
letteratura di viaggio

24/05/2024 03:33:11

benvenuto nella libreria on-line di

.:: e-Commerce by Marco Vasta, solidarietà con l'Himàlaya :::.

Gengis Khan

Le tombe dei Khan, tesoro dei mongoli

Marmai Ippolito


Editeur - Casa editrice

Campanotto

Asia
Asia Centrale
Mongolia


Città - Town - Ville

Pasian di Prato (Udine)

Anno - Date de Parution

2010

Pagine - Pages

208

Titolo originale

Gengis Khan. Le tombe dei Khan, tesoro dei mongoli.

Lingua originale

Lingua - language - langue

Italiano

Edizione - Collana

Zeta rifili.Collana cataloghi-brevi saggi


Gengis Khan Gengis Khan  

Genghis Khan è il condottiero che dal nulla è riuscito a realizzare il più grande impero della storia; più vasto di quello dell'antica Roma, di Napoleone e di Alessandro Magno messi insieme. Muore al culmine della sua potenza, il 18 agosto 1227. Per mantenere segreto il luogo di sepoltura tutti i partecipanti alle esequie vengono inesorabilmente sterminati. Da allora sono trascorsi quasi otto secoli, ma la localizzazione della sua tomba rimane uno dei grandi enigmi della storia, un giallo del passato che si trascina fino ad oggi. Si ritiene che in quel luogo siano sepolti non solo i resti del defunto, quelli delle concubine e dei cavalli sacrificati al suo funerale, ma anche un favoloso tesoro. Negli ultimi decenni, americani e giapponesi hanno investito inutilmente nella ricerca fiumi di dollari. L'autore, animato dal desiderio di raggiungere una meta comunemente ritenuta impossibile e attraverso una lunga indagine interdisciplinare, ritiene di aver finalmente individuato il cimitero imperiale, appartenente ai primi e più importanti Khan mongoli. Solo gli scavi futuri potranno svelare l'identità del Grande khan e quella degli altri sovrani ivi giacenti. Non sappiamo però quali poteri possano ancora esercitare i membri di un gruppo occulto di "custodi della tomba": forse saranno loro a valutare la scelta migliore per il bene della Mongolia