-->

libri, guide,
letteratura di viaggio

17/11/2019 09:21:23

benvenuto nella libreria on-line di

.:: e-Commerce by Marco Vasta, solidarietÓ con l'HimÓlaya :::.

Ciao Asmara

Hill Justin

Editeur - Casa editrice

FBE

Africa
Africa Orientale
Eritrea

Anno - Date de Parution

2005

Pagine - Pages

164

Lingua - language - langue

italiano

Edizione - Collana

Le caravelle

acquista in Italia tramite IBS
Ciao Asmara

acquista in Italia tramite IBS
Ciao Asmara: A Classic Account of Contemporary Africa
Amazon.com (United States) - order this book
Ciao Asmara: A Classic Account Of Contemporary Africa

Ciao Asmara Ciao Asmara  

"Ciao Asmara" racconta i due anni che Justin Hill ha trascorso in Eritrea: i suoi incontri e i suoi viaggi in quell'incredibile Paese. Descrive una terra ricca di storia: l'antico regno della Regina di Sheba, la dominazione dei turchi e la colonizzazione italiana, l'epoca d'oro degli anni Cinquanta del ventesimo secolo; la megalomania del re etiope Haile Selassie e la sua brutale occupazione. Racconta la moderna Eritrea: una terra di estremi, dal giallo ocra bruciato del paesaggio insozzato dalla guerra, alle meraviglie dell'Art DÚco. Un popolo che ha trascorso trent'anni a combattere contro l'Etiopia in una guerra che l'Occidente ha dimenticato; un luogo dove il saluto di benvenuto Ŕ sempre caloroso ma dove si beve la birra pi¨ disgustosa al mondo.

 


Recensione in altra lingua (English):

Hill leaves Britain to become a teacher in Eritrea. Culturally, tiny Eritrea marks a transition point between the Middle East and Africa, its language Semitic, its spirit African. Because of Eritrea's years as an Italian colony on the strategic Horn of Africa, its capital city, Asmara, has an unexpectedly rich art-deco architectural heritage. Eritrea had long sought independence from neighboring Ethiopia, and in 1993 it achieved its goal; but Ethiopia could not accept the plebiscite. In 1996 Hill plunged headlong into Eritrean life, sharing the privations of a nation at war but also finding great hopes and dreams among its people. Hill traces the country's history from its fabled biblical past through its subjugation first to European, then African domination. Hill does not idealize those he encounters, and he tells graphic stories of female mutilation practiced by women upon each other, mothers on daughters. Although this is an autobiographical account, Hill focuses his text on Eritreans themselves, not on himself. Photographs help the reader visualize the exotic settings.



Recensione in lingua italiana

Justin Hill Ŕ nato alle Bahamas, ma cresciuto a York, in Inghilterra. Dopo la laurea in lingua inglese e letteratura medievale, parte come insegnante all`estero con un`associazione inglese di volontariato. Questa esperienza lo porterÓ prima nella Cina rurale, poi in Eritrea, dove avrÓ la possibilitÓ di dedicarsi alla scrittura. Al suo attivo ha cinque libri pubblicati e tradotti in diverse lingue.