Numero di utenti collegati: 3262

libri, guide,
letteratura di viaggio

11/08/2020 15:50:49

benvenuto nella libreria on-line di

.:: e-Commerce by Marco Vasta, solidarietÓ con l'HimÓlaya :::.

La musica cinese

Picard Franšois; Restagno Enzo


Editeur - Casa editrice

EDT

Asia
Estremo Oriente
Cina

CittÓ - Town - Ville

Torino

Anno - Date de Parution

1998

Pagine - Pages

223

Lingua - language - langue

italiano

Edizione - Collana

Musica contemporanea


La musica cinese La musica cinese  

scheda di Stafutti, S. L'Indice del 2000, n. 09

In occasione dell'edizione di "Settembre musica" del 1998, che present˛ al pubblico torinese e italiano alcuni dei pi¨ significativi compositori della Cina contemporanea, venne pubblicato questo volumetto. La prima parte riprende sostanzialmente l'opera di Picard La musique chinoise (Minerve, 1991), abbreviandola in alcune sezioni: pi¨ che un excursus diacronico sullo sviluppo della musica cinese, si affronta la musica come fenomeno sociale, descrivendone il ruolo nella societÓ e tracciando le caratteristiche dei generi principali o, pi¨ correttamente, degli ambiti della vita nei quali era prevista la presenza della musica - dal tempio, alla corte, alle strade popolate di cantastorie, ai teatri dove si incontrano gli appassionati dell'opera di Pechino -, e passando poi in rassegna gli strumenti musicali tipici della tradizione cinese. La seconda parte del volume, curata da Restagno, costituisce l'elemento di novitÓ e affronta le problematiche del linguaggio contemporaneo, delineando con tratti rapidi lo stato dell'arte a partire dalla riapertura dei Conservatori dopo la rivoluzione culturale.Si conclude con una serie di interessanti interviste ai compositori pi¨ significativi della Cina di oggi: Tan Dun, Qu Xiaosong, Zhou Long, Chen Yi, Chen Qigang, Xu Shuya, Gao Wenjing.

 



Biografia

Franšois Picard, ex allievo del conservatorio di Shanghai, ha sostenuto una tesi di dottorato in musicologia con Iannis Xenakis. Docente di etnomusicologia analitica allĺUniversitÓ della Sorbona, collabora ai programmi di France Culture e con lĺUnesco.

Enzo Restagno insegna Storia della Musica al Conservatorio "Giuseppe Verdi" di Torino. La sua attivitÓ di musicologo e critico lo ha portato a collaborare con riviste e quotidiani italiani e stranieri e a realizzare vari programmi radiofonici con la Rai. Appassionato esperto di musica contemporanea, Ŕ membro dal 1986, con Roman Vlad, del comitato artistico del festival Settembre Musica di Torino.