-->

libri, guide,
letteratura di viaggio

19/11/2019 00:34:28

benvenuto nella libreria on-line di

.:: e-Commerce by Marco Vasta, solidarietà con l'Himàlaya :::.

Il fiume, il cane e il fumatore d'oppio

Shand Mark

Editeur - Casa editrice

Neri Pozza

  Asia
Tibet
Bangladesh

Anno - Date de Parution

2003

Pagine - Pages

377

Titolo originale

River Dog: A Journey Down the Brahmaputra

Lingua - language - langue

italiano

Edizione - Collana

Le tavole d'oro

Traduttore

Marcello Ghilardi

acquista in Italia tramite IBS
Il fiume, il cane e il fumatore d'oppio

acquista in Italia tramite IBS
River Dog: A Journey Down the Brahmaputra
Amazon.com (United States) - order this book
River Dog: A Journey Down The Brahmaputra

Il fiume, il cane e il fumatore d'oppio Il fiume, il cane e il fumatore d'oppio  

«L’ultima grande avventura asiatica»: così un celebre esploratore ha definito l’impresa narrata in questo libro: la navigazione completa del Brahamaputra, uno dei corsi d’acqua più grandi del mondo, dalla sua gelida sorgente tra le vette del Kailash, il sacro monte dell’altopiano del Tibet occidentale, fino al Golfo del Bengala dove, immenso come un mare, il fiume termina la sua corsa. Gesuiti e monaci, soldati e nobili, cartografi e geografi, botanici e pellegrini, viaggiatori d’ogni specie e credo si sono avventurati, soprattutto durante il XIX secolo, nei luoghi descritti in queste pagine, alla ricerca di fama e gloria o semplicemente di se stessi.
Nessuno però l’ha fatto, come Mark Shand, in compagnia di un cane con una lunga cicatrice sull’occhio sinistro, una coda irsuta che si arriccia su se stessa, e qualche pelo nero all’estremità, come se avesse dato un colpetto a una porta appena verniciata; su una barca chiamata Kailash in onore al sacro luogo d’origine del fiume, e agli ordini di uno strano capitano, il comandante Gamma, incallito fumatore d’oppio, e della sua bizzarra ciurma.
Ogni tappa di questo straordinario viaggio (dal «perfetto cono di ghiaccio» del Kailash al prelibato cibo degli adi che mangiano insetti velenosi; dal mistero dei monaci identici, nell’isola Maculi, all’oceano che sommerge il Bangladesh dopo le peggiori alluvioni degli ultimi secoli) è annunciata da un solenne rito mattutino: il suono di un mantra recitato quietamente, lo sfrigolio di un fiammifero, una breve inspirazione, il dolce profumo del ganja che si diffonde nella vecchia cabina scassata e l’avvolge in nuvole di fumo acre, i rumori di Laxman che armeggia col motore, il tonfo improvviso del secchio scagliato da Vijay oltre il bordo della barca per raccogliere l’acqua per il tè, il raschiare del legno contro il legno, quando Pandit tira su la passerella, lo schiaffo secco della corda bagnata sul ponte quando recupera l’ancora e, infine, il lungo squillo stridulo della campana che annuncia che il comandante Gamma è pronto. Divertente, appassionato e suggestivo, Il fiume, il cane e il fumatore d’oppio tocca i vertici della cronaca di viaggio: magnifico racconto di un’impresa epica e celebrazione del mito, del mistero e della maestosità di uno dei più grandi fiumi del mondo.

 


Recensione in altra lingua (English):

Birthplace of legends, the mighty Brahmaputra River begins its journey as a tiny glacial stream high on the desolate plateau of western Tibet; it sweeps 1,800 miles through three countries, to end its journey, as wide as a sea, in the Bay of Bengal. In River Dog, celebrated travel writer Mark Shand chronicles his attempt to complete the “last great Asian adventure.” Lively and evocative, it is a marvelous account of an epic journey and a touching portrait of the friendship between a traveler and his dog. Mark Shand is the author of Travels on My Elephant, which earned him the British Book Awards Travel Writer of the Year Award.



Recensione in lingua italiana

Mark Shand è nato nel 1951 e ha trascorso la maggior parte della sua vita viaggiando. Ha percorso le Ande a cavallo, ha completato la gara motociclistica Londra-Sidney, è naufragato nel Pacifico occidentale nel tentativo di circumnavigare il globo, ha compiuto innumerevoli spedizioni nelle più remote regioni del Sud-Est asiatico. È autore di parecchi libri, tra cui il best-seller Travels on my Elephant, che nel 1991gli valse il British Book Awards Travel Writer of the Year, e Queen of the Elephants, nominato per il Thomas Cook/Daily Telegraph Travel Book Award del 1996.