Numero di utenti collegati: 110

libri, guide,
letteratura di viaggio

27/02/2021 01:21:24

benvenuto nella libreria on-line di

.:: e-Commerce by Marco Vasta, solidarietà con l'Himàlaya :::.

Strada bianca per i monti del cielo

Vagabondo sulla via della seta

Biondi Mario


Editeur - Casa editrice

Ponte alle Grazie

Asia
Africa
Europa
Amdo

Anno - Date de Parution

2005

Pagine - Pages

283

Lingua - language - langue

italiano


Strada bianca per i monti del cielo Strada bianca per i monti del cielo  

Scrive Mario Biondi nell'introduzione: "Per essere propizia al nomade, per essere sicura, la strada doveva essere 'bianca', ben tracciata dal passaggio di milioni di piedi umani e zoccoli di cavalli e cammelli. (...) In quasi quarant'anni di viaggi ho percorso decine di migliaia di chilometri su strade di vario genere, e molte migliaia di essi erano di 'strada bianca'. Se appena ne incontravo una, mi ci buttavo d'istinto con la mia auto senza pensarci due volte, mi chiamava a sé come un buco nero dell'universo attira inesorabilmente la materia. Dev'esserci, nel mio albero genealogico, una ramo che porta a tempi remoti di antenati nomadi".

Noi europei siamo una popolazione stanziale ma amiamo i viaggi in un modo viscerale e profondissimo. Conserviamo in qualche angolo nascosto della nostra anima una vocazione al nomadismo anche se non sempre siamo capaci di farla venire alla luce. Mario Biondi quell’ancestrale desiderio di vagabondare sul globo l’ha coltivato per tutta la vita. Questo libro è la summa dei suoi viaggi sulla Via della Seta, dall’Italia alla Cina, la strada che fu percorsa da Marco Polo, che unisce l’Occidente all’Oriente, che attraversa i luoghi in cui la nostra civiltà è nata e poi fiorita: Palmira, Petra, Tabriz, Isfahan, Shiraz, Hormuz, Bukhara e Samarcanda, il Turkestan cinese, il deserto del Taklamakan.
Anche noi torniamo a essere nomadi in queste pagine, tra questi popoli, beviamo il latte di giumenta tra le yurte, annusiamo gli aromi di mercati e alpeggi, mangiamo polvere sulle molte strade bianche che vengono percorse insieme a questo viaggiatore incantato, innamorato di queste terre piene di fascino, raffinato occidentale che cerca e rispetta la diversità, grande risorsa del genere umano.

 



Recensione in lingua italiana

Mario Biondi è nato nel 1939 a Milano, dove risiede. Con Gli occhi di una donna si è aggiudicato il Premio Campiello nel 1985. Tra i suoi dodici romanzi ricordiamo ancora: Un amore innocente, Due bellissime signore, Il cielo della mezzaluna.