Numero di utenti collegati: 1121

libri, guide,
letteratura di viaggio

26/02/2021 01:44:55

benvenuto nella libreria on-line di

.:: e-Commerce by Marco Vasta, solidarietÓ con l'HimÓlaya :::.

Tu non ucciderai

Diario di un obiettore di coscienza alla guerra di Algeria

Pezet Jean


Editeur - Casa editrice

Il Pozzo di Giacobbe

Africa
Africa del Nord
Algeria

Anno - Date de Parution

2010

Pagine - Pages

164

Titolo originale

Tu non ucciderai. Diario di un obiettore di coscienza alla guerra di Algeria

Lingua - language - langue

italiano

Edizione - Collana

Oi christianoi


Tu non ucciderai Tu non ucciderai  

"Caro Jean, mi hai detto di esserti stupito di non avermi mai sentito parlare della guerra del '14-'18. Ho sempre taciuto in effetti. Ogni guerra Ŕ odiosa e criminale. Quando ho conficcato la baionetta nel corpo del tedesco ho avuto bisogno di mettere il mio piede sul suo petto per riuscire ad estrarla. Puoi immaginare tutto questo? Io non posso dimenticare ci˛ che ho fatto... Se soltanto l'oblio potesse riversare sulla mia memoria i suoi buoni frutti. Tuo nonno Louis". Durante la guerra di Algeria (1954-1962, un milione di morti, efferate torture e violazioni dei diritti umani) la giovane recluta francese Jean Pezet, appena ventenne, decide di fare obiezione di coscienza ispirando la propria scelta nonviolenta direttamente al Vangelo e all'ordine tassativo del "tu non ucciderai". Per questo verrÓ tratto in arresto, processato e condannato a tre anni di carcere. Su quella esperienza egli scrisse un diario nel quale sono raccontati sia gli scontri e i dialoghi serrati con alti ufficiali e cappellani militari, sia la progressiva maturazione di una scelta pagata con l'alto prezzo della reclusione. Una testimonianza nonviolenta offerta con digiuni, preghiera e capacitÓ di resistenza. Una testimonianza che riapre il tema dell'obiezione di coscienza in questi nostri anni di guerre mascherate da missioni di pace, guerre preventive e umanitarie.