-->

libri, guide,
letteratura di viaggio

13/12/2019 01:08:43

benvenuto nella libreria on-line di

.:: e-Commerce by Marco Vasta, solidarietà con l'Himàlaya :::.

Guida di Lalibela

Batiston Milena

Editeur - Casa editrice

Arada Books

Africa
Africa orientale
Etiopia

Città - Town - Ville

Addis Ababa

Anno - Date de Parution

2008

Pagine - Pages

187

Titolo originale

A Comprehensive Guide to Lalibela

Lingua - language - langue

Italiano


Guida di Lalibela Guida di Lalibela  

Una guida storica all'ottava meraviglia del mondo, le splendide chiese di Lalibela, qui descritte nei particolari e illustrate dalle acqueforti di Lino Bianchi Barriviera. Lalibela continua a nascondere i suoi segreti e gli studiosi sono ancora dividi sui suoi significati. Forse le chiese furono scavate nella roccia per rappresentare il regno di un potente monarca, o per riprodurre i luoghi santi di Gerusalemme, o per esprimere e comunicare contenuti religiosi. Si tratta, nonostante l’agilità del formato editoriale, di un’accurata e ricca guida storico-artistica dei complessi ecclesiastici di Lalibela.
Milena Batistoni non si limita a tracciare la storia del sito, ma presenta e commenta, uno per uno, l’attività di chi, tra il XVI° e il XXI° sec., vi operò studi e restauri, dal portoghese Francisco. Àlvarez nel 1521 alle ultime ricerche di David W. Phillipson nel 2004. Un capitolo è dedicato alla storia della dinastia Zagwe; vengono trattati stili architettonici ed iconografie dei santi e delle croci; infine, a ogni chiesa vengono dedicate diverse approfondite pagine.

Ogni capitolo è corredato da un abbondante apparato bibliografico ed iconografico; oltre alle numerose fotografie inedite, sia a colori che in bianco/nero, in buona parte della stessa Battistoni ., di particolare interesse sono le numerosissime riproduzioni delle acqueforti di Lino Bianchi Barriviera, ora conservate presso il Museo Civico di Treviso.

Bianchi Barriviera, recatosi nel 1938 in Etiopia per motivi di studio, nel 1939, su invito del Duca d’Aosta, partecipò come disegnatore a una missione di studio e rilevamento del sito di Lalibela, condotta da Alessandro Augusto Monti della Corte, ricavandone una ricca cartella di acqueforti, con assonometrie, prospettive, piante e sezioni delle varie chiese. Le sessantaquattro lastre della cartella sono oggi proprietà dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato. Nel 1988 ne è stata curata una mostra presso il Museo Civico L. Bailo di Treviso (catalogo a cura di Eugenio Manzato), come si ricava dalla detta guida, che ripropone quindi la possibilità di visionarle.
Le annotazioni sulle trascrizioni dei nomi dall’amarico alle lingue europee, il breve glossario, l’accuratezza nelle citazioni delle fonti confermano la serietà ed utilità dell’iniziativa editoriale della Batistoni.