Numero di utenti collegati: 1143

libri, guide,
letteratura di viaggio

20/10/2020 14:05:44

benvenuto nella libreria on-line di

.:: e-Commerce by Marco Vasta, solidarietà con l'Himàlaya :::.

Nomadi dell'invisibile

L'autosacrificio rituale nel Chöd nel Bön tibetano

Nicoletti Martino


Editeur - Casa editrice

Exòrma

Asia
Nepal
Buddhismo

Città - Town - Ville

Roma

Anno - Date de Parution

2010

Pagine - Pages

192

Titolo originale

Nomadi dell'invisibile. L'autosacrificio rituale nel Chöd nel Bön tibetano

Lingua - language - langue

Italiano

Amazon.it (Italia) - ordina e ricevi questa pubblicazione
Nomadi dell'invisibile. L'autosacrificio rituale nel Chöd nel Bön tibetano
Acquista in Italia tramite la Libreria dell'Angolo
(Lungo Tevere Testaccio,10 - Roma)

Nomadi dell'invisibile. L'autosacrificio rituale nel Chöd nel Bön tibetano

Nomadi dell'invisibile Nomadi dell'invisibile  

Delizioso pomeriggio romano per la presentazione di questa ricerca di Martino Nicoletti allietata dalla performance musicale del maestro Oscar Bonelli e dalla presenza di un giovane geshe del monastero bön di Pungmo nel Basso Dolpo.

Nel cuore delle montagne himalayane alcuni officianti religiosi, appartenenti all'antica fede prebuddhista tibetana del Bön, compiono un lungo pellegrinaggio rituale attraverso i "luoghi di potere" della regione del Dolpo.
Siti sacri abitati da divinità montane, geni e spiriti delle acque. Luoghi selvatici, infestati da demoni e pericolosi fantasmi dall'indole violenta. Arricchisce l'opera un DVD contenente un cortometraggio girato dall'autore, il canto liturgico dei monaci bönpo e un originale contributo artistico di Franco Battiato.


 


Recensione in altra lingua (English):

In the heart of the Himalayas, officiants belonging to Tibet’s ancient religion, Bön, undertake a long ritual pilgrimage through wild and inhospitable places inhabited by mountain deities, water genii, ferocious demons and dangerous ghosts.
As the pilgrimage unfolds, having attracted the spirits’ attention with wildly provocative acts and evoking their presence by reciting a ritual text and the sound of magical musical instruments, the practitioners celebrate the meditative sacrifice of their own body (chöd), offered to a whole host of invisible beings as spiritual nourishment during a singular ritual banquet.
Texts, diary excerpts and photos recount this archaic ritual, deeply rooted in the notion of Universal Compassion and chiefly aimed at severing the practitioner’s attachment to his physical body and overcoming identification with his own illusory ego.
The work is also enriched by a translation of the sacred ritual text "The Secret Wisdom Dakini" (Khandro Sangba Yeshe) by Geshe Gelek Jinpa and by the link to an experimental short Super-8 film by the author.



Biografia

Nicoletti Martino

Come etnologo si occupa di antropologia visuale, etnografia e storia delle religioni dell’Asia meridionale e del sud-est asiatico.
Dopo essersi laureato in Lettere presso l’Università degli Studi di Perugia (1992), consegue un D.E.A. in Ethnologie générale et sociologie comparative all’Université de Paris X (Nanterre) (1994) specializzandosi in himalyanistica, lingue orientali e cinematografia scientifica. Nel 1997 consegue il titolo di dottore di ricerca in Metodologie delle ricerca etnoantropologica presso l’Università di Siena. Dal 1997 al 2007 è direttore del progetto di ricerca antropologica “Estetica e rito in Himalaya” del Comitato Ev-K2-CNR di Bergamo, nonché coordinatore nazionale della sezione “scienze antropologiche” dello stesso Comitato di ricerca.
A partire dal 1990 ha svolto numerose spedizioni di ricerca sul campo in area himalayana, nella regione dell’Hindu Kush (Nepal, Tibet, Pakistan), nel quadro di progetti finanziati dal CNR, dal Ministero degli Affari Esteri e dalla Cambridge University. Ha inoltre svolto indagini in Asia sud-orientale (Laos, Vietnam, Malesia, Singapore) e Africa settentrionale (Senegal, Capo Verde, Algeria) in qualità di consulente internazionale per l’UNESCO nella sezione Patrimoine oral et immatériel.
Già docente di “antropologia visuale” e di “storia delle religioni” all’Università degli Studi di Perugia (1998–2002) svolge attualmente la sua attività come ricercatore indipendente.Nell’ambito della divulgazione antropologica tra il 1998 e il 2004 è stato responsabile scientifico (settore antropologico) ed esperto in studio del programma di documentari di Rai 3 (Geo & Geo). Con la stessa qualifica, nel 2002, ha collaborato con il National Geographic Channel italiano all’interno della trasmissione Campo Base e, nel 2008, in qualità di inviato, con la trasmissione Terzo Pianeta di Rai 3.
È attualmente il direttore delle collane di orientalistica “Cinnabaris – Series of Oriental Studies” e “Liminalia - Sketches of Visual Anthropology” pubblicate dalla Vajra Publications di Kathmandu nel quadro delle attività dell’Is.I.A.O. (Istituto Italiano per l’Africa e l’Oriente) e il Comitato Ev-K2-CNR. È inoltre l’ideatore e il curatore della collana di editoria musicale “Sound’s Seeds in the Autumn of Power”, distribuita da Borgatti
Edizioni musicali di Bologna. Come autore di scritti scientifici è autore di
numerose pubblicazioni dedicate alla storia delle religioni, all’etnografia e
all’antropologia dell’Himalaya sia a carattere scientifico che di divulgazione. Nel campo della produzione audiovisiva è autore di documentari scientifici e di divulgazione.

Consulta anche: Sito Ufficiale - Official Website