Numero di utenti collegati: 127

libri, guide,
letteratura di viaggio

30/05/2024 08:42:27

benvenuto nella libreria on-line di

.:: e-Commerce by Marco Vasta, solidarietà con l'Himàlaya :::.

Viaggio in Mongolia-Itinerarium. Testo latino a fronte

Guglielmo di Rubruck


Editeur - Casa editrice

Mondadori

Asia
Mongolia



Città - Town - Ville

Milano

Anno - Date de Parution

2011

Pagine - Pages

530

Titolo originale

Itinerarium

Lingua originale

Lingua - language - langue

italiano

Edizione - Collana

Scrittori greci e latini

Curatore

Chiesa P.


Viaggio in Mongolia-Itinerarium. Testo latino a fronte Viaggio in Mongolia-Itinerarium. Testo latino a fronte  

Il viaggio di Guglielmo ha inizio nel 1253: è passato pochissimo tempo da quando il terrore di un'invasione mongola ha sconvolto l'europa. gli invasori sono giunti, invincibili, in Polonia, Boemia, Ungheria, sino alle coste dell'Adriatico, seminando distruzione e facendo prigionieri cristiani di mezzo continente. Poi, sono svaniti. È necessario conoscerli meglio, stabilire relazioni diplomatiche e commerciali, tentare di convertirli. Per due anni il frate fiammingo percorre i territori dell'Asia Centrale, attraversa la regione del Volga e raggiunge Karakorum, la capitale del gran Khan Mangu. Rientrato in Terrasanta nel 1255, Guglielmo scrive l'Itinerarium: un resoconto ufficiale del viaggio in forma di lettera, una relazione che sfata le leggende diffuse in Occidente sui mostri che popolerebbero le regioni misteriose dell'Asia. È un uomo forte, colto, infaticabile, aperto. Gli interessano gli usi e i costumi dei Mongoli, le persone che incontra, le discussioni che tiene con loro. Rimane colpito dal loro perenne vagare di nomadi, turbato dall'assenza di città, villaggi e case, spaesato negli orizzonti senza fine delle steppe: "Tutto ciò che vedevamo era cielo e terra..." scrive; "per tutto quello spazio non ci sono né boschi, né alture, né pietre, ma solo ottima erba"