-->

libri, guide,
letteratura di viaggio

17/11/2019 04:16:09

benvenuto nella libreria on-line di

.:: e-Commerce by Marco Vasta, solidarietà con l'Himàlaya :::.

Pellegrinaggio alle sorgenti

L'incontro con Gandhi e con l'India
Lanza del Vasto Giuseppe Giovanni

Editeur - Casa editrice

Jaca Book

Asia
Himalaya
Garwal

Anno - Date de Parution

1992

Pagine - Pages

208

Lingua - language - langue

italiano

Edizione - Collana

Già e non ancora

Ristampa - Réédition - Reprint

2005 il Saggiatore

acquista in Italia tramite IBS
Pellegrinaggio alle sorgenti

acquista in Italia tramite IBS
Pellegrinaggio alle sorgenti. Viaggio con Gandhi e con l'India

Pellegrinaggio alle sorgenti Pellegrinaggio alle sorgenti  

A rendere particolarmente godibile e di facile consultazione il diario di viaggio di Lanza del Vasto sono i brevi paragrafi, che restituiscono emozioni, riflessioni e incontri quotidiani con freschezza e spontaneità. Il frastuono dei cortei religiosi, il colore del cielo, il vivace ritratto delle divinità indù, l'architettura ridondante e grandiosa delle città-tempio, la gente per strada, i mercati, il cibo, gli animali, le case: tutto emerge da queste pagine con naturalezza, tra lo stupore di uno spirito europeo che si apre, attraverso mille avventure, al fascino assoluto e contraddittorio del subcontinente indiano, e la consapevolezza che questo pellegrinaggio non è altro che un ritorno alle proprie radici culturali e spirituali.

 



Recensione in lingua italiana

"Arrivare quassù (alle sorgenti del gange) è stato per me un modo per ricordare mio padre che mi regalò un libretto: "Pellegrinaggio alle sorgenti" di Lanza del Vasto, personaggio che egli ammirava e che ho avuto occasione di conoscere anni fa. "
Sorgenti del Gange - 1991

Chi è
LANZA DEL VASTO (1901-1981)
Giuseppe Giovanni Lanza del Vasto nasce nel 1901 da madre belga e padre siciliano di famiglia nobile. Compie studi classici a Parigi, e si laurea in filosofia all'Univesità di Pisa. Anziché intraprendere una carriera, si dedica alla poesia, allo studio, alla pittura, alla musica. Viaggia per l'Europa, l'India, la Terra Santa, alla ricerca di una via d'uscita dalla guerra, dall'ingiustizia, dalla miseria.
In India nel 1937 visita a lungo Gandhi, di cui da allora in poi si considera discepolo, e da cui riceve il nome di Shantidas, "servitore della pace". Al ritorno in Europa si prefigge di diffondervi la non violenza di stampo gandhiano, che lui riformula in termini cristiani.
Si stabilisce in Francia, dove sposa una musicista, e insieme a lei fonda la prima comunità dell' Arche, un ordine patriarcale, non violento, rurale, ecumenico, che si sviluppa fino a raggiungere migliaia di aderenti e svariate comunità in Europa e altrove. Muore in Spagna nel 1981.
Tra i suoi libri: Pellegrinaggio alle sorgenti; Introduzione alla vita interiore; Che cos'è la non violenza; Il canzoniere del peregrin d'amore; Vinoba, o il nuovo pellegrinaggio; L'arca aveva una vigna per vela; Per evitare la fine del mondo.