-->

libri, guide,
letteratura di viaggio

22/11/2019 04:22:00

benvenuto nella libreria on-line di

.:: e-Commerce by Marco Vasta, solidarietà con l'Himàlaya :::.

Oltre le porte della città proibita

La vita straordinaria di sir Francis Younghusband esploratore e mistico
French Patrick

Editeur - Casa editrice

Sperling & Kupfer

  Asia
Himalaya
Tibet

Anno - Date de Parution

2000

Pagine - Pages

348

Titolo originale

Younghusband: The Last Great Imperial Adventurer

Lingua - language - langue

italiano

Edizione - Collana

Narra. Biografie e autobiografie

Traduttore

Claudia Manera

acquista in Italia tramite IBS
Oltre le porte della città proibita. La vita straordinaria di sir Francis Younghusband esploratore e mistico

Amazon.com (United States) - order this book
Younghusband: The Last Great Imperial Adventurer

Oltre le porte della città proibita Oltre le porte della città proibita  

"Da ufficiale dell'esercito e spia-esploratore lungo i confini dell'India a giornalista per il Times ad amico del filosofo e matematico Bertrand Russell, a fondatore di nuove sette religiose. Di fronte a una figura così complessa e difficilmente classificabile, Patrick French si è messo letteralmente sulle sue tracce, ripercorrendo gli spostamenti del Colonnello."

 


Recensione in altra lingua (English):

Sir Francis Younghusband was the last of the great imperialists, a dashing adventurer - in 1903 he single-handedly invaded Tibet, wiped out its entire army and then became a mystic. Admired by H.G Wells and Bertrand Russell, he held the world record for the 300-yard dash, was the first European since Marco Polo to travel from Peking to Central Asia, discovered the source of the Indus and as a spy his presumed death almost sparked off an Indo-Russian war. The quest to quantify this man has led Patrick French through the Mustagh Pass, from the Himalayas to Kashmir, and into Tibet in search of clues, and into Younghusband's personal papers only recently made available personal papers only recently made available to the public.

Ingram
In 1903 Sir Francis Younghusband invaded Tibet. Then he became a mystical philosopher and Indian nationalist, admired by Bertrand Russell, Lord Curzon, and H.G. Wells. Younghusband also held the world record for the 300-yard dash, became the first European since Marco Polo to find a new overland route from China to India, and launched early mountain-climbing assaults on Mount Everest. Patrick French, who followed Younghusband's footsteps across Asia, won the 1995 Somerset Maugham Award for this brilliant biography.



Recensione in lingua italiana

Entrò nella città proibita con un tight nel bagaglio da indossare al cospetto del Dalai Lama. E non venne ricevuto: il racconto incredibile del mancato incontro tra Sir Francis Younghusband, emissario dell'impero britannico, e la massima autorità del Tibet è noto a pochi. Eppure la figura dell'ultimo grande avventuriero-esploratore dell'età vittoriana, colonnello, giornalista, spia, solleva da sempre curiosità ed interrogativi. La sua storia, come scrive Lidia Manera sulla Stampa, "ha alimentato la leggenda di un eroe fallito, un malinconico funzionario imperiale assetato di conquiste, che con trent'anni di anticipo sull'orizzonte perduto di James Hilton trovò il suo Shangri La tra quelle montagne innevate e finì la sua vita da mistico visionario". Younghusband invase il Tibet con un piccolo esercito nel 1903, trasformando una secondaria missione diplomatica in un'operazione militare su vasta scala. Quest'oscuro funzionario inglese, nato in India nella seconda metà dell'Ottocento, detentore di un record mondiale sulle 300 iarde, fu un esploratore temerario che - unico europeo dopo Marco Polo - aprì una nuova via dalla Cina all'India attraversando a piedi i ghiacciai del Karakorum all'altezza del Passo Mustagh. Fu anche il primo occidentale a entrare a Lhasa, e organizzò le prime quattro spedizioni sull'Everest. Personaggio bizzarro ed enigmatico, per alcuni forse l'ultimo dei grandi imperialisti, un fallito per altri, assetato di conquiste e amico di Bertrand Russel, visse gli ultimi anni della sua vita da libero pensatore, profeta ante litteram dell'amore libero e convinto assertore di una nuova religione, secondo una metamorfosi spirituale, dovuta per sua stessa ammissione al contatto illuminante con l'Himalaya. In quest'appassionante biografia - arricchita da un suggestivo inserto fotografico - che dedica ampio spazio al diplomatico, ma anche alla dimensione interiore dell'esperienza di viaggio e al bisogno di misticismo, si ripercorrono tutte le tappe di [...]