Numero di utenti collegati: 2736

libri, guide,
letteratura di viaggio

06/02/2023 10:18:02

benvenuto nella libreria on-line di

.:: e-Commerce by Marco Vasta, solidarietà con l'Himàlaya :::.

La camicia di Hanta (viaggio in Madagascar)

Busi Aldo


Editeur - Casa editrice

Mondadori

Africa
Africa del Sud
Madagascar

Città - Town - Ville

Milano

Anno - Date de Parution

2003

Pagine - Pages

152

Titolo originale

La camicia di Hanta (viaggio in Madagascar)

Lingua originale

Lingua - language - langue

italiano

Edizione - Collana

Arcobaleno


La camicia di Hanta (viaggio in Madagascar) La camicia di Hanta (viaggio in Madagascar)  

L'incontro con Hanta, "la più bella ragazza di Lakana Vezo, forse dell'intero Madagascar", è uno dei tanti raccontati nel libro, meticoloso diario in cui via via Aldo Busi ha annotato paesaggi, incontri, avventure, situazioni, cibi, odori e colori. Durante il viaggio, cavallette fritte e mandrie di zebù forniscono la debita punteggiatura al paesaggio di immense distese di risaie, di giovani in attesa di un destino qualunque, di bambine costrette a sorrisi da donna forzata, le labbra colorate con il succo di ibisco...
Aldo Busi esplora il Madagascar con un preciso obiettivo: mettere alla berlina le espressioni del turismo di massa. Nel fare questo, Busi, fa una scelta che si potrebbe definire estetico-filosofica: se il mondo ci ha sottratto la possibilità dell’esperire come individui liberi, condannandoci alla globalizzazione di deficienze tipo la mania delle macchine fotografiche, allora l’unica e ultima difesa consiste in un adorniano “antagonismo della negazione”, e, pur con quest’attitudine nel cuore il viaggiatore solitario Aldo Busi non rinuncia affatto ai miracoli della scoperta.

 



Recensione in lingua italiana

L'incontro con Hanta, "la più bella ragazza di Lakana Vezo, forse dell'intero Madagascar", è uno dei tanti raccontati nel libro, meticoloso diario in cui via via Aldo Busi ha annotato paesaggi, incontri, avventure, situazioni, cibi, odori e colori. Durante il viaggio, cavallette fritte e mandrie di zebù forniscono la debita punteggiatura al paesaggio di immense distese di risaie, di giovani in attesa di un destino qualunque, di bambine costrette a sorrisi da donna forzata, le labbra colorate con il succo di ibisco...