Numero di utenti collegati: 1137

libri, guide,
letteratura di viaggio

29/09/2023 06:58:49

benvenuto nella libreria on-line di

.:: e-Commerce by Marco Vasta, solidarietÓ con l'HimÓlaya :::.

Corpi celesti

Jokha al-Harthi


Editeur - Casa editrice

Bompiani

Asia
Medio Oriente
Oman

Anno - Date de Parution

2022

Pagine - Pages

264

Titolo originale

Sayyidāt al-qamar (Le signore della luna)

Lingua originale

Arabo

Lingua - language - langue

italiano

Edizione - Collana

Narrativa Straniera

Traduttore

Giacomo Longhi


Corpi celesti Corpi celesti  

Nel piccolo paese di 'Awafi, in Oman, vivono tre sorelle. Mayya, la maggiore, sposa 'Abdallah, figlio di un ricco mercante di schiavi, dopo aver sofferto patimenti d'amore. Insieme saranno felici, e la loro unica figlia femmina, London, diventerÓ medico e sarÓ una donna forte ed emancipata. Asma', appassionata di letteratura e romantica sognatrice, si sposa per puro senso del dovere. Khawla, la pi¨ bella, rifiuta tutti i pretendenti e resta in attesa del suo grande amore, emigrato in Canada. Intrecciando le vicende di 'Abdallah, il cuore del romanzo, che riflette sulla sua vita mentre si trova in volo verso Francoforte, a quelle delle tre sorelle e dei loro figli, Jokha Alharthi tratteggia un vivido affresco dell'Oman di oggi, con le luci e le ombre che lo contraddistinguono. Grazie alla sapiente alternanza tra passato e presente, la narrazione scorre come un fiume in piena, animata dal desiderio di confrontarsi con antiche regole e infine sovvertirle.

 



Biografia

Jokha al-Harthi

Jokha al-Harthi is an Omani writer and academic. She was born in 1978 and educated in Oman and the UK. She obtained her PhD in classical Arabic literature from Edinburgh University. She is currently an associate professor in the Arabic department at Sultan Qaboos University.
al-Harthi has published two collections of short stories and two novels (Manamat and Sayyidat el-Qamar), as of November 2011. She has also authored academic works. Her work has been translated in English and German and published in Banipal magazine. She was also one of eight participants in the 2011 IPAF Nadwa (writers' workshop).

Consulta anche: Recensione su arabit.it