Numero di utenti collegati: 3061

libri, guide,
letteratura di viaggio

11/08/2020 14:52:59

benvenuto nella libreria on-line di

.:: e-Commerce by Marco Vasta, solidarietà con l'Himàlaya :::.

Il viaggio di Abdu

Dall'Oriente all'Occidente

Turri Eugenio


Editeur - Casa editrice

Diabasis

Europa
Asia
Pakistan

Città - Town - Ville

Parma

Anno - Date de Parution

2004

Lingua - language - langue

italiano


Il viaggio di Abdu Il viaggio di Abdu  

Un libro a metà strada fra racconto di viaggio, fiction e lezione di geografia. Abdu è un giovane suonatore di sitar, la chitarra indiana, originario delle valli del Karakorum, con cui l'autore ha fatto amicizia e viaggiato, lasciandolo poi libero di tentare il volo verso l'Occidente, dove cercherà vanamente di inserirsi come suonatore professionista nei complessi più in voga negli anni Settanta e Ottanta. Al centro del racconto sono i viaggi di Abdu in Asia, in Europa, in Africa e in America, la sua constatazione dell'impossibilità di armonizzare la sua visione del mondo e la sua cultura mistica, con la religione laica e materialista dell'Occidente, di cui aveva subito il fascino delle grandi conquiste tecnologiche.

 



Recensione in lingua italiana

PREMIO CHATWIN 2004 - MENZIONE SPECIALE. Il Comitato del Premio Chatwin ha deciso di assegnare una menzione speciale al libro IL VIAGGIO DI ABDU che racconta la storia di un musicista di sitar che lascia il suo villaggio in Pakistan e arriva in occidente dove si confronta con un`altra cultura. Il libro, in cui il viaggio è strumento di profonda trasformazione, esprime con grande poesia l`incontro tra due cultura opposte.


Biografia

Eugenio Turri ha insegnato, sino al 2001, Geografia del Paesaggio alla Facoltà di Architettura e Urbanistica del Politecnico di Milano. Per una decina di anni è stato anche consulente per la pianificazione paesistica e territoriale alla Regione Lombardia. Ha studiato a Milano e ha iniziato la sua attività come cartografo nelle redazioni del Touring Club Italiano.

Ha cominciato negli stessi anni a viaggiare, collaborando al noto settimanale
Il Mondo (negli anni '50 e'60), a Comunità, a Le Vie del Mondo e alle riviste accademiche di geografia.


È stato poi all'Istituto Geografico De Agostini dove ha diretto l'opera, in 12 volumi, Il Milione; per la stessa casa editrice ha scritto o curato le maggiori opere di geografia, come i volumi di Continenti e Paesi, le collane L'Italia, uomini e territorio, L'uomo sulla Terra, L'Europa, oltre che i noti atlanti, editi in diversi paesi. Ha trascorso lunghi e frequenti periodi di studio nel Terzo Mondo ed in particolare ha dedicato la sua attenzione ai popoli nomadi, sui quali ha pubblicato diversi studi e i volumi Gli uomini delle tende e I nomadi.
Suo territorio privilegiato di studio è sempre stato il Monte Baldo cui ha dedicato un libro, Il Monte Baldo. Eugenio Turri ha dato un contributo d’eccezione nella stesura del Piano di Area del Garda. Il suo più recente lavoro è uno studio sugli sviluppi urbani della pianura padana, che coinvolge anche le valli alpine, intitolato La megalopoli padana.


Bibliografia Sintetica


Viaggio a Samarcanda, IGDA, 1963

Il diario del geologo, Rebellato, 1967
La Lessinia: la natura e l'uomo nel paesaggio, Ediz. di Vita veronese, 1969
l monte Baldo, COREV, 1971
Continenti e paesi, De Agostini, 1973
Antropologia del paesaggio, Ed. di Comunità, 1974
Nomadi: gli uomini dei grandi spazi, Fabbri, 1978

Il Lago di Garda, De Agostini, 1978
Semiologia del paesaggio italiano, Longanesi, 1979
L'Italia ieri e oggi: una rivisitazione fotografica, De Agostini, 1981
La via della seta, De Agostini, 1983

Il Bangher : la montagna e l'utopia, Bertani, 1988
L'Italia: realtà e immagine di un paese, De Agostini, 1988
Week-end nel Mesozoico, Cierre, 1992
Il paesaggio come teatro: dal territorio vissuto al territorio rappresentato, Marsilio, 1998
La megalopoli padana, Marsilio, 2000
Villa veneta: agonia di una civiltà, Cierre, 2002
Gli uomini delle tende: dalla Mongolia alla Mauritania, Bruno Mondadori, 2003
Il viaggio di Abdu. Dall'Oriente all'Occidente, Diabasis, 2004
Viaggio a Samarcanda, Diabasis, 2004 (ried.)
Il paesaggio e il silenzio, Marsilio, 2004
Taklimakan, deserto da cui non si torna indietro, Di monte in monte, 2005
Il paesaggio come teatro: dal territorio vissuto al territorio rappresentato, Marsilio, 1998 (ried.)